ECUMENISMO 2.0 TRA PASSATO E FUTURO

A 50 anni dal Decreto Unitatis redintegratio

Sabato 22 Novembre 2014 ore 14:45
Ambrosianeum : Sala Falck

Perché questo incontro?

Cinquant'anni fa con il Decreto sull'Ecumenismo Unitatis redintegratio, la chiesa cattolica aderiva ufficialmente al movimento ecumenico mondiale e apriva così una nuova era nelle relazioni con i "fratelli separati". Questo documento, "rivoluzionario" per una chiesa al suo interno, ha indirettamente inciso anche sul modo di "fare ecumenismo" delle altre chiese.

Quale attualità oggi rileggendolo insieme cattolici, protestanti e ortodossi? Quali nodi ancora da sciogliere e quali sfide davanti a noi legate alla nuova geografia ecumenica dei nostri tempi e ai nuovi modi di comunicare?

Ecumenismo2.0 vuole proprio essere un'occasione di dialogo e confronto tra cristiani di diversa confessione per ragionare insieme sull'ecumenismo di domani, partendo dalle sfide che ancora oggi un documento ormai lontano nel tempo ci propone in ambito teologico, ecclesiologico e pastorale.

Il SAE è un movimento interconfessionale di laici impegnati per l'ecumenismo e il dialogo, a partire dal dialogo ebraico-cristiano.

Il SAE si articola in gruppi locali e regionali che basano la loro attività sull'impegno di preghiera e di studio biblico e teologico; promuovono incontri di dialogo, confronto, testimonianza e servizio comune; offrono collaborazione e consulenza per iniziative delle diverse comunità cristiane o, più in generale, della società civile.

La sede legale è in piazza S.Eufemia, 2 - 20122, Milano. www.saenotizie.it

 

PROGRAMMA

Accoglienza e benvenuto

Presentazione del lavoro di Seminario del gruppo SAE

"La primavera ecumenica del Concilio" Giovanni CERETI

 in dialogo con Paolo RICCA e Dionisios PAPAVASILEIOU

Pausa conviviale

Dibattito assembleare e conclusioni

Modera Donatella SAROGLIA


I relatori sono teologi: Cereticattolico, Ricca valdese, Papavasileiou greco ortodosso.

La dott. Saroglia è delcomitato esecutivo del SAE